Esposizione permanente
Linguaglossa - Piazza Annunziata

 

Nell’ottica di un percorso critico

Riportiamo alcuni estratti  che, in estrema sintesi ed in senso cronologico, danno il senso del percorso di Incorpora scultore, pittore, poeta, scrittore:

Inspiré par les plus hautes évocations spirituelles, le professeur Salvatore Incorpora parvient à une force expressive extreme. Une grande émotion nous saisit à l’aspect de cette tete d’enfant Ma fille d’un classicisme achevé, tout comme Tormento isolano ébauche d’un style romantique poignant. Salvatore Incorpora fait vivre la matière; sculpteur, il s’exprime en poète et philosophe et par cela nous donne une définition élevée de son art.”

di più…

 

Tavolozza, pennelli, stecca e lapis

TavolozzaCi siamo chiesti quale potesse essere, fra tanti possibili, il logo più adatto a queste pagine. Abbiamo scelto la sua firma, simbolicamente compendio e sintesi d’un percorso di vita. E ci piace tuttavia penetrare quel mondo anche attraverso gli strumenti di lavoro, i pennelli o i tubetti di colore, il das o la colla, a colmarci del suo vissuto che ci catapulta sull’uomo in prima istanza, attraverso le  gamme di tonalità che vediamo sulle pitture ma anche con la creta ancora bagnata e quelle mani incredibilmente veloci nel plasmare la materia.

di più…

Iniziavano i laboriosi anni cinquanta

Costava sessanta lire il N.1 dell’anno 1 del novembre 1951 il periodico di turismo, lettere, arte e folklore Mareneve che a Linguaglossa iniziava il suo corso con Santo Calì direttore responsabile e Rosario Grasso direttore amministrativo.

Con una linografia (fra le prime) di Salvatore Incorpora a firma IS raffigurante una strada in primo piano e pini, zappini ed il vulcano sullo sfondo, così il periodico iniziava…

di più…

News